Il valore delle persone

Metto la mia faccina di tonno, ma potrei mettere quella di qualsiasi altro

Metto la mia faccina di tonno, ma potrei mettere quella di qualsiasi altro

Mi rendo conto che talvolta i miei scritti possono dare l’impressione che la mia critica al sistema sia una critica allo stile di vita della maggior parte delle persone. Non è affatto così, anzi è esattamente il contrario.

Sono convinto che l’intero sistema economico e politico sia pilotato da una élite di vampiri schifosi, programmati per succhiare le energie delle persone. La grande maggioranza della gente sono convinto sia onesta e pulita, sebbene spesso addormentata e ipnotizzata dai media e dal consumismo. Chi arriva a posti di comando è sempre chi ci vuole arrivare per avidità di denaro, energie, potere. I pochi che ci arrivano onestamente hanno solo tre strade davanti a sé. Finire con il corrompersi, adeguarsi a non rompere troppo i coglioni ai rettili oppure essere neutralizzato in molti modi, dal mobbing alle minacce, dall’isolamento fino alla morte.

Le persone comuni, che hanno tutta la mia stima, spesso fanno con amore il proprio lavoro e conducono le proprie rispettabili vite con impegno. Il problema è che sono vampirizzati sul piano economico e, specie se hanno una famiglia da mantenere, palesemente ricattati. In ultima analisi, come spiego nel mio libro “Il Mistero della Libertà”, perdono la possibilità di muoversi in autonomia e sono costretti a condurre vite da schiavi. I circuiti commerciali e i media hanno ampie responsabilità in questo gioco poiché anestetizzano sapientemente le persone convincendoli a non rompere troppo e a “godere” della vita semplicemente acquistando beni e servizi e sottoscrivendo quella setta o quel partito. Si tratta di una sorta di dittatura mediatico-commerciale-politica-religiosa bieca e abbietta, mascherata da democrazia. Anche il diritto al voto è una presa per il culo come un osso finto per cagnetti stupidi. Non avete notato, solo per fare un esempio, che i furbi Monti e Letta sono diventati presidenti del coniglio (uops del consiglio!) solo dopo avere presenziato a riunioni del Gruppo Bilderberg? Non si peritano nemmeno più di nascondersi, come di solito fanno i topi. E non c’è bisogno di farsi le seghe col complotto, basta leggere i fatti e fare due più due.

A proposito dei media, tanto per fare un esempio, il responsabile di uno dei giornali dove scrivo una volta mi chiese chi mi credo di essere, solo perché scrivo quello che penso. Bisogna avere uno speciale permesso per farlo e per essere se stessi? Non lo sapevo, scusatemi.

Tornando alle persone comuni, hanno tutta la mia stima e la mia compassione. Compassione che mi sforzo di sviluppare (a volte a fatica), come se fosse una meditazione. Compassione che in primo luogo ho per me stesso e poi per tutte le persone costrette a fare una vita da schiavi in un mondo ormai completamente in mano a politici corrotti, gruppi bancari privi di qualsiasi scrupolo, stati di polizia sempre più violenti. Tanto per fare due esempi in Brasile (dove mi trovo ora) stanno ritirando fuori la favoletta dell’esercito che deve aiutare la polizia che, poverina, non ce la fa da sola contro i cattivi (cioè gli affamati che non sanno più dove sbattere la testa) e in Europa è già attiva l’Eurogendfor, la Forza di Gendarmeria Europea, che è “una forza di polizia multinazionale, costituita per Trattato, preorganizzata, robusta e rapidamente dispiegabile, di cui fanno parte forze di polizia aventi status militare” (come dicono di se stessi). Dunque militare significa con poteri che vanno oltre quelli della normale polizia, come se le manifestazioni fossero guerre e quindi con licenza di uccidere.

Il problema non sono certo lavoratori e artigiani o impiegati onesti. Ma nemmeno imprenditori onesti e, oserei dire, nemmeno persone relativamente ricche che investono nell’industria, nella cultura e in altre attività. Il problema vero sono gruppi finanziari e industriali giganteschi appartenenti a una élite ristretta e collusa con le mafie di tutto il mondo. Il problema non sono nemmeno i poveracci che narcotrafficano nelle favelas e negli slum di Messico e Sudamerica per sbarcare il lunario (perché anche volessero non troverebbero uno straccio di lavoro), bensì i governi di questi stessi paesi profondamente coinvolti nel narcotraffico, che serve anche a sterminare indios e altre fasce di popolazione che loro considerano spazzatura.

A tutte le persone oneste che credono in quello che fanno, nella propria vita e nei propri affetti, il mio invito è quello di risvegliarsi alla vera natura dell’esistenza, che è molto, ma molto più profonda di quanto non si creda. Aprite gli occhi!

Le cosiddette persone comuni, nessuna esclusa, dal barbone all’imprenditore, dall’impiegato all’avventuriero, dal padre di famiglia alla parrucchiera, non solo hanno il diritto di godersi a fondo la vita, ma hanno il diritto-dovere di comprendere che la loro Vita ha un profondo significato che va molto al di là di quello che i luridi ci vogliono far credere. Ognuno ha un’importante missione da compiere, per Dio. E quando ognuno lo capirà si renderà conto del valore intrinseco dell’esistenza, che non ha niente a che vedere col potere, il possesso e tutte queste cagate da morti di sonno. Ma il bello è che la “grande missione” è a portata di mano, poiché non si tratta d’altro che di amare quello che già c’è e dedicarsi all’amore e alle relazioni umane.

La ridicola, subdola e idiota critica che in generale viene mossa a chi vede, come me, le cose in questo modo, è il banalissimo: “sì, tu te lo puoi permettere, qui ci sono le bollette da pagare e bocche da sfamare”. Ma vaffanculo. A parte il fatto che questi problemi ce li hanno tutti, me compreso, io non mi posso permettere proprio un cazzo di niente. Ho lottato tutta la vita per sopravvivere, anche contro la malattia e la morte, più di una volta e continuo a farlo tuttora, quotidianamente. Ma soprattutto ho lottato per far sopravvivere i sogni del mio bambino interiore. Il punto è che hanno voluto metterci nella condizione di essere convinti di non poter fare nulla se non votare un coglioncello qualsiasi che parla meglio degli altri oppure che ha più sovvenzioni di altri. Sono tutte balle. Chi ama può cambiare il mondo, a cominciare nel piccolo, da se stesso. La vera rivoluzione avverrà dall’interno e dovrà essere senza violenza poiché gli schifosi non aspettano altro che violenza e dolore per nutrirsi delle basse energie che queste attività producono. Come diceva il grande maestro indio messicano Don Juan al suo allievo Carlos Castañeda “la volontà è qualcosa che ci fa vincere una battaglia che, secondo ogni calcolo, si dovrebbe perdere”. Non possiamo permettere che le nostre vite siano trattate così dagli scalzacani che hanno preso il potere in ogni parte del mondo.

Dobbiamo continuare a credere che ormai, nonostante tutto, i vampiri hanno perso la loro guerra orrenda, anche se hanno sacrificato la vita di milioni di persone. E tutti quelli come noi che le energie le creano, anziché succhiarle, non potranno far altro in futuro, ma molto prima di quanto non si creda, di risalire verso la luce.

Chi è interessato ad approfondire può trovare il mio libro on-line al seguente indirizzo:

http://www.prinp.com/?sez=negozio&sub=1&lid=338

cover

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...